Borsa di studio Regionale

Contributo economico utile per garantire il diritto all’istruzione e allo studio.

Data:
24 febbraio 2022

Visualizzazioni:
7636

Contributo economico utile per garantire il diritto all’istruzione e allo studio.

Cos'è

È un contributo concesso dalla Regione Sardegna ai Comuni (Legge Regionale n. 5/2015) per le spese didattiche sostenute nell’ultimo anno scolastico concluso rivolto agli studenti delle scuole pubbliche primarie e secondarie di primo e secondo grado.

A chi si rivolge

Destinatari del servizio:

Studenti iscritti nelle scuole pubbliche primarie e secondarie di primo e secondo grado, residenti a Quartu Sant’Elena e appartenenti a famiglie il cui Indicatore della Situazione Economica Equivalente (I.S.E.E.) in corso di validità rientri nella soglia massima di 14.650,00 euro.

Gli studenti iscritti ad un istituto scolastico di Quartu Sant’Elena non essendo residenti, per accedere alla borsa di studio, possono presentare la domanda al proprio Comune di residenza.

Accedere al servizio

Come si fa:

A seguito dell’avviso predisposto annualmente dal Comune, solitamente valido anche per il Buono libri, è possibile inoltrare domanda allegando:

- fotocopia dell’attestazione dell’ISEE in corso di validità rilasciata ai sensi della normativa prevista dal DPCM n.159/2013;

- fotocopia del documento di riconoscimento del richiedente in corso di validità;

- fotocopia del numero IBAN del conto corrente bancario o postale, intestato o cointestato al richiedente;

La domanda può essere inoltrata dal genitore/affidatario dello studente o dallo stesso studente se maggiorenne, mediante istanza online:

 

Nota Bene:

Consigliato invio istanza, previo accesso con identità digitale: SPID / CIE / CNS (qui).

L'accesso tramite identità digitale consentirà di visualizzare successivamente gli stati d'avanzamento della pratica, nonché di integrare eventuali altri documenti: il tutto tramite i Servizi Online (qui).

Cosa si ottiene: L’erogazione delle borse in favore degli studenti beneficiari avverrà mediante bonifico. Lo studente maggiorenne richiedente, se non possiede un conto corrente bancario o postale può richiedere al Comune l’attribuzione del contributo economico per cassa. Il contributo economico è attribuito agli studenti beneficiari, ripartendo in parti uguali tra tutti gli studenti in possesso dei requisiti, i fondi trasferiti dalla Regione Sardegna. Pertanto, la Borsa di studio regionale ha un importo definito dal rapporto tra le risorse a disposizione del singolo Comune e il numero degli studenti beneficiari. Il limite massimo della borsa è stabilito in euro 200.

Modalità di autenticazione al servizio: Accesso libero

Contatti

Uffici a cui rivolgersi:

Personale Amministrativo:

Norma Bianca Murgia

Area di riferimento:

 
Cosa serve

Costi e vincoli

Tempi e scadenze

Ulteriori informazioni

Aggiornamento:
26/01/2024, 08:53

Potrebbero interessarti