BANDIERE BLU A QUARTU, RICONOSCIMENTO A MARI PINTAU E AL POETTO

Approdano a Quartu le Bandiere Blu edizione 2024, il riconoscimento annuale che viene concesso dalla Foundation for Environmental Education (Fee) a località marittime e approdi turistici che rispettano criteri relativi alla gestione sostenibile del territorio. Fra le 236 località italiane che potranno fregiarsi del prestigioso titolo vi è ancora una volta Quartu Sant'Elena, che primeggia nell'area di Cagliari come unica meta riconosciuta con le meraviglie di Mari Pintau e con il Poetto.

Data:
16 maggio 2024

Visualizzazioni:
444

Approdano a Quartu le Bandiere Blu edizione 2024, il riconoscimento annuale che viene concesso dalla Foundation for Environmental Education (Fee) a località marittime e approdi turistici che rispettano criteri relativi alla gestione sostenibile del territorio. Fra le 236 località italiane che potranno fregiarsi del prestigioso titolo vi è ancora una volta Quartu Sant'Elena, che primeggia nell'area di Cagliari come unica meta riconosciuta con le meraviglie di Mari Pintau e con il Poetto.

Non soltanto Quartu ottiene il primato sull'area di Cagliari, ma svetta nel quadro più ampio dell'intero del Sud Sardegna, insieme a Sant'Antioco. "Un riconoscimento importante", sottolinea il Sindaco Graziano Milia. "Un risultato che è anche frutto dell'impegno profuso dalla nostra Amministrazione sul fronte della tutela e della valorizzazione dei nostri principali beni turistico - ambientali: per la sua unicità e per l'elevato grado di biodiversità Mari Pintau è ormai da tempo riconosciuto come Sito di Interesse Comunitario (SIC) secondo i parametri della Direttiva Habitat, all'interno della Rete Natura 2000. Recentemente, - commenta ancora il primo cittadino - il Comune di Quartu ha ottenuto il mandato alla gestione diretta del SIC con un'assegnazione di risorse pari a 70 mila euro per il biennio 2024-25 destinate alla realizzazione del Piano di Gestione, monitoraggio e conservazione dell'area. A ciò si aggiunge la recente approvazione del Piano di utilizzo dei Litorali, strumento di pianificazione strategica generale che ha ulteriormente definito i criteri d'uso degli ambiti costieri nel nostro territorio, stabilendo una speciale tutela per le aree protette e disciplinando la presenza di concessioni e di servizi lungo tutti e 27 i chilometri di costa quartese. Un riordino che riguarda in primis la lunga fascia litoranea del Poetto, oggetto di un importante progetto di riqualificazione da 12 milioni di euro con fondi derivanti dal PNRR e dal Patto per la Città Metropolitana: il secondo e il terzo lotto di lavori sono ormai in fase avanzata di esecuzione ed è già in parte visibile quello che sarà il risultato finale: un litorale più bello, più attrezzato, più verde, finalmente riconnesso a ciò che lo circonda attraverso la valorizzazione dei punti di forza ambientali, turistici e ludici che rappresentano la sua vocazione naturale. Le Bandiere Blu che presto sventoleranno sul nostro litorale certificheranno tutto questo, e non possiamo che esserne soddisfatti, come quartesi e come sardi", conclude il Sindaco.

 

Ulteriori informazioni

Aggiornamento:
16/05/2024, 16:00

Potrebbero interessarti