DAL 17 AL 24 MAGGIO ALL'EX CONVENTO BENEFICENZA CON LE "CELEBRITIES 4 UNICEF"

L’Ex Convento dei Cappuccini, in via Brigata Sassari a Quartu Sant’Elena, si prepara ad accogliere un importante evento di esposizione di opere d’arte e Pigotte Unicef che si svolgerà dal 17 al 24 maggio 2024 con orario continuato dalle 08:00 alle 20:00.

Data:
26 aprile 2024

Visualizzazioni:
585

L’Ex Convento dei Cappuccini, in via Brigata Sassari a Quartu Sant’Elena, si prepara ad accogliere un importante evento di esposizione di opere d’arte e Pigotte Unicef che si svolgerà dal 17 al 24 maggio 2024 con orario continuato dalle 08:00 alle 20:00.

La mostra dal titolo “Celebrities 4 Unicef”, patrocinata dal Comune di Quartu Sant’Elena, esporrà sia i quadri dell’artista Fabio Stocchino, noto pittore e restauratore di Quartu Sant’Elena, sia le Pigotte Unicef realizzate dalla volontaria

Lucia Zedda. Ad essere rappresentati saranno personaggi di fama mondiale dagli anni ’60 agli anni ‘90 quali Charlie Chaplin, Lady Diana, Raffaella Carrà e altri ancora. In occasione della mostra inoltre verranno esposte le Pigotte vincitrici del Progetto “La Pigotta Sportiva” realizzate dagli alunni delle scuole partecipanti.

Nella serata finale della mostra, venerdì 24 maggio, si terrà l’asta per l’adozione delle Pigotte “Celebrities”: i fondi ottenuti verranno utilizzati per sostenere l’UNICEF nel suo compito importante di raggiungere ogni bambino in pericolo, ovunque si trovi, portando vaccini, alimenti terapeutici, costruendo pozzi, scuole e portando assistenza.

Classe 1961, l’artista Fabio Stocchino ha frequentato i pittori di strada nella Firenze degli anni ‘80 e da autodidatta ha successivamente approfondito la tecnica del ritratto partecipando a varie mostre di pittura a Quartu e in tutta la Sardegna.

Per informazioni: telefono: 070 2776034 – 347 5362146 | e-mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.Sito Unicef: www.unicef.it | Instagram: @unicefcagliari.

 

LOCANDINA-CELEBRITIES-4-UNICEF

Ulteriori informazioni

Aggiornamento:
02/05/2024, 11:34

Potrebbero interessarti