NEL CENTRO SOCIOEDUCATIVO UN RICORDO IN LINGUA SARDA DI "SA DIE DE SA SARDIGNA"

Una serata per ricordare una giornata storica per la Sardegna ma anche per stimolare, incentivare e promuovere l’utilizzo della lingua sarda. Con questo duplice obiettivo l’Amministrazione comunale organizza per mercoledì 24 aprile un ricordo de “Sa Die de sa Sardigna - La festa del popolo sardo’, aperto a tutta la cittadinanza.

Data:
18 aprile 2024

Visualizzazioni:
429

Una serata per ricordare una giornata storica per la Sardegna ma anche per stimolare, incentivare e promuovere l’utilizzo della lingua sarda. Con questo duplice obiettivo l’Amministrazione comunale organizza per mercoledì 24 aprile un ricordo de “Sa Die de sa Sardigna - La festa del popolo sardo’, aperto a tutta la cittadinanza.

La passione per la storia, l’interesse e l’amore per un’isola troppo spesso in passato succube di altri popoli, ma capace anche di rivendicare i propri diritti. “Sa die de sa Sardigna”, alla quale l’Amministrazione quartese qualche anno fa ha anche voluto dedicare la piazza adiacente al Palazzo Comunale, è nata e si è negli anni radicata anche grazie a questi presupposti.

La ricorrenza intende ricordare e sottolineare il valore dei sardi, in particolare la voglia di riscatto sociale che venne espressa da un popolo generoso e accogliente ma non ottuso in quel 28 aprile 1794. Furono i cosiddetti ‘Vespri Sardi’, popolarmente noti come “S’acciàppa”, culminati con l’insurrezione popolare con la quale furono allontanati da Cagliari il Viceré Balbiano e 515 suoi fedeli, colpevoli di aver negato agli Stamenti le richieste presentate, tra i quali anche riservare ai sardi gli impieghi militari e civili concessi sempre e solo ai piemontesi.

Mercoledì 24 aprile, alle ore 16, presso il Centro Socio-Educativo di piazza IV Novembre 36, recentemente aperto dall’Assessorato ai Servizi Sociali, ci sarà modo di approfondire fatti e dinamiche  di quei motti in occasione dell’iniziativa “Su 28 de abrili 1794: arregordu stòricu in lingua sarda de Sa Die de sa Sardigna – Festa de su pòpulu sardu”.

L’appuntamento sarà curato da Alessandro Biolla, componente della cooperativa Sa Bertula Antiga, che collabora con il Comune nell’ambito del progetto ‘Sa lìngua in Quartu’. Lo studio e la tutela della lingua sarda sono infatti considerati dall’Amministrazione comunale obiettivi di rilievo; per questo motivo è attivo in città lo Sportello della lingua sarda, nella Biblioteca delle Minoranze linguistiche, sono stati avviati corsi livello base ed è frequente la collaborazione con gli istituti scolastici cittadini per promuovere iniziative con gli studenti come protagonisti.

 

 

 

Ulteriori informazioni

Aggiornamento:
18/04/2024, 13:11

Potrebbero interessarti