POETTO, VIA LIBERA AL SECONDO E TERZO LOTTO DEL TRATTO QUARTESE

La riqualificazione del Poetto quartese procede a passo spedito, con l’ok arrivato pochi giorni fa dalla Regione in sede di Conferenza di Servizi sul secondo e terzo lotto di lavori finanziati con 9 milioni di fondi Pnrr e destinati a cambiare significativamente il volto del litorale della terza città dell’isola.

Data:
7 marzo 2024

Visualizzazioni:
774

La riqualificazione del Poetto quartese procede a passo spedito, con l’ok arrivato pochi giorni fa dalla Regione in sede di Conferenza di Servizi sul secondo e terzo lotto di lavori finanziati con 9 milioni di fondi Pnrr e destinati a cambiare significativamente il volto del litorale della terza città dell’isola.

Una trasformazione che inizia già a vedersi nel tratto che va dall’ex Bussola al campo da basket all’aperto, oggetto della prima tranche di lavori da tre milioni di euro a cui manca solo la perizia finale ad attestare la conclusione dell’intervento. Nuove passerelle, più ampie e spaziose, a creare una piacevole promenade per i visitatori del lungomare, nuove piste ciclabili, tanto verde messo a dimora con arbusti sempreverdi tipici della macchia mediterranea e con la piantumazione della grande pineta lineare, vera e propria “infrastruttura ecologica” pensata come elemento di ricucitura ambientale fra l’ecosistema marino e quello dello stagno retrostante. E’ questo il filo conduttore che guida la filosofia del mega intervento che vedrà la luce entro il 2025, come da cronoprogramma iniziale. “Durante i lavori del primo lotto-spiega l’Assessore ai Lavori Pubblici Antonio Conti- abbiamo dovuto aggiornare il piano di fattibilità alle nuove norme nel frattempo sopraggiunte comportanti la modifica di alcuni elementi procedurali. Il passaggio in Conferenza dei Servizi, resosi necessario per l’approvazione di un progetto fattosi più dettagliato e più specifico, era molto importante perché l’ok ricevuto dagli enti sovracomunali coinvolti ci rassicura sul fatto di riuscire a centrare tutti gli obiettivi rispettando i tempi di erogazione delle risorse previsti dal Pnrr”.

 

“Ora -conclude Conti- siamo in fase di verifica del progetto dopo di chè i progettisti già incaricati procederanno alla stesura del progetto esecutivo e l’impresa dovrà iniziare a lavorare entro quest’anno, il chè garantisce il rispetto del cronoprogramma come da PRR”.

Ulteriori informazioni

Aggiornamento:
07/03/2024, 15:40

Potrebbero interessarti