NUOVE PAVIMENTAZIONI E VERDE PUBBLICO: OK AL RESTYLING DEL SAGRATO DI SANTA MARIA DEGLI ANGELI

Grandi sezioni quadrate in cemento martellato delimitate da pregiati bordi in marmo, eleganti listoni in legno e panchine in prossimità delle aree ombreggiate, tanto verde pubblico, nessuna barriera architettonica. Ecco come si presenteranno il nuovo Sagrato di Santa Maria degli Angeli e la nuova piazza adiacente alla Chiesa, finalmente pronti a diventare un unico grande spazio di incontro e di aggregazione della comunità al centro di Flumini.

Data:
1 settembre 2023

Visualizzazioni:
832

Grandi sezioni quadrate in cemento martellato delimitate da pregiati bordi in marmo, eleganti listoni in legno e panchine in prossimità delle aree ombreggiate, tanto verde pubblico, nessuna barriera architettonica. Ecco come si presenteranno il nuovo Sagrato di Santa Maria degli Angeli e la nuova piazza adiacente alla Chiesa, finalmente pronti a diventare un unico grande spazio di incontro e di aggregazione della comunità al centro di Flumini.

 

Un intervento del valore di 500 mila euro, approvato dalla Giunta Comunale quartese, che promette di dare una svolta definitiva a tutto il compendio a ridosso di via dell’Autonomia, con una riqualificazione architettonica e funzionale di grande pregio, pensata per ricucire ambiti prima degradati e disgiunti restituendoli ai cittadini e alle famiglie. Il progetto propone una soluzione che accorpi in un unico disegno gli spazi destinati alla pedonalità e all’aggregazione sociale, individuando le aree per i parcheggi e quelle destinate alla “svolta” del bus, nella parte nord, a ridosso delle abitazioni e della scuola che ospita la Direzione didattica n. 5.  Il bus “PF”, che nel luogo ha il suo capolinea, avrà la possibilità di effettuare la svolta intorno ad una rotatoria sistemata a verde ed avrà a disposizione uno spazio dedicato per la sosta.

Sono previste le seguenti opere:

1. Demolizione delle strutture esistenti in grave stato di degrado (muretti di separazione, sedute e cordoli in calcestruzzo, pavimentazione in massetto cementizio, pavimentazione in ciottoli di fiume) e non funzionali alla nuova sistemazione;

2. Rimodellazione dei piani di calpestio e l’eliminazione delle barriere architettoniche;

3. Ridefinizione degli spazi da destinare alla sosta veicolare privata e del bus;

4. Individuazione di adeguati spazi per la sistemazione del verde d’arredo e per creare oasi ombrose nell’ampio spazio pavimentato, salvaguardando, per quanto possibile, quello esistente.

5. Riqualificazione dello spazio urbano con un disegno unitario della nuova pavimentazione qualitativamente adeguata al contesto. Lo spazio sarà ripartito in “pannelli” geometrici, definiti da ricorsi ortogonali, che in bicromia dei materiali saranno idealmente capaci “unire” le diverse vocazioni d’uso dell’intera area pubblica.

6. Realizzazione di un impianto di illuminazione pubblica, oggi limitato al perimetro

stradale, assolutamente insufficiente per l’utilizzo serale e per il controllo notturno;

7. Realizzazione un impianto di irrigazione a servizio degli spazi verdi;

8. Eliminazione di ogni barriera architettonica attraverso la realizzazione di rampe in grado di collegare le attuali quote stradali con quelle della nuova piazza e, da questa con l’interno della Chiesa e i locali dell’oratorio;

9. Sistemazione degli spazi con il verde ornamentale, con la piantumazione di varietà di essenze arboree mediterranee. Le essenze arboree presenti (palma phoenix canariensis e palmette nane) saranno espiantate e reimpiantate in apposita aiuola ad esse riservata.

A completamento della sistemazione del compendio, in un prossimo futuro, si pensa ad un intervento che colleghi lo spazio collettivo al viale dell’Autonomia Regionale Sarda, che preveda un ampio marciapiede, oggi ridotto e privo di continuità, e di una pista ciclabile connessa con le sistemazioni in corso di esecuzione sull’importante arteria, tale da integrare l’edifcio religioso e lo spazio pubblico con l’arteria viaria più importante della frazione di Flumini.

LA STORIA

La chiesa di Santa Maria degli Angeli è stata costruita alla metà degli anni ’70 su un’area di cessione per servizi pubblici ceduti all’Amministrazione comunale dal piano di lottizzazione nella quale era stata inserita. Lo spazio antistante e adiacente la Chiesa è invece rimasto sempre nelle disponibilità del patrimonio pubblico. Il primo intervento di riqualificazione dell’area fu programmato già dal lontano 2003, con l’approvazione di lì a poco di un primo progetto definitivo: nel concreto, la progettazione per la sistemazione del compendio ebbe inizio nel 2008, fu ripresa nel 2013, ma mai portata a compimento, fino ad oggi.

L’attuale Amministrazione Comunale, sotto l’impulso degli uffici diretti dall’Assessore ai Lavori Pubblici Antonio Mauro Conti, ha ripreso il fascicolo di progettazione nel 2022 inserendolo anche nel Programma triennale per le opere pubbliche 2023/25, con la conferma degli importi originari, ma procedendo per stralci ed assegnando priorità all’area del sagrato, rimandando invece ad intervento successivo l’area recintata prospicente il viale dell’Autonomia Sarda. I lavori inizieranno presumibilmente entro gli inizi del prossimo anno.

Planimetria-Pza-S-Maria-Angeli
Nuova-Piazza-S-Maria-Angeli

Ulteriori informazioni

Aggiornamento:
01/09/2023, 09:27

Potrebbero interessarti