CULTURA E TRADIZIONE CON LA RETE CITTÀ DI QUARTO ANIMANO SA DOM'E FARRA

Prosegue il programma della rete Città di Quarto, composta da una serie di associazioni che operano in città da decenni e che, profondamente convinti dell’importanza di salvaguardare il patrimonio popolare quartese, con una serie di eventi legati alle tradizioni e al folklore stanno animando Sa Dom’e Farra, in armonia con la sua destinazione originaria ma non trascurando l’opportunità di rimetterla in vetrina.

Data:
23 settembre 2022

Visualizzazioni:
206

Prosegue il programma della rete Città di Quarto, composta da una serie di associazioni che operano in città da decenni e che, profondamente convinti dell’importanza di salvaguardare il patrimonio popolare quartese, con una serie di eventi legati alle tradizioni e al folklore stanno animando Sa Dom’e Farra, in armonia con la sua destinazione originaria ma non trascurando l’opportunità di rimetterla in vetrina.

Ieri e oggi, dalle 17 alle 20, è in corso l’iniziativa organizzata con la collaborazione di tutte le associazioni che fanno parte della rete e intitolata Funimentos. Si tratta di un’esposizione degli antichi ornamenti per i cavalli, nella duplice tipologia da lavoro e da festa. I visitatori vengono così ricondotti in un passato nel quale non vi erano le auto e l’animale era ancora più fondamentale all’interno della società.

Inoltre oggi, a partire dalle 19.30, è in programma la presentazione del libro ‘Janas. La scomparsa di Angela Masala’.  L'atmosfera e il fascino dell’antica dimora, la luce calante e qualche sorpresa condurranno i presenti all’interno di un mondo magico. Federica Selis, autrice del libro e Luca Gentile, giornalista, porteranno i partecipanti alla scoperta delle Janas, ovviamente, ma anche di Cogas, dell’Accabadora, del Carro dei morti, dei Bidemortos, del Ballo dei morti, delle Panas e di tante altre figure leggendarie della tradizione orale sarda.

Sabato 24 terzo evento consecutivo, a cura dei gruppi Su Scrignu de Campidanu e Boxis Campidanesas, con una gara di poesia campidanese. Quartu ha d’altronde una lunga tradizione di poeti, e proprio per questo Sa Dom’e Farra ospita il Museo multimediale della poesia improvvisata - recentemente riaperto al pubblico grazie al contributo dei lavoratori del cantiere LavoRas -, dove è possibile capire le tecniche, conoscere i maestri, e paragonare le nostre usanze con quelle degli altri popoli del mondo. L’appuntamento con la musica della nostra tradizione è per le 19.30.

Locandina-programma-eventi-a-Sa-Dome-Farra

Ulteriori informazioni

Aggiornamento:
23/09/2022, 13:33

Potrebbero interessarti