ANCORA UN PIENO DI CULTURA NEI SITI DEL LITORALE GRAZIE ALLA RASSEGNA 'INCANTI'

Anche nell’ultimo fine settimana di settembre il Nuraghe Diana e la Villa Romana propongono appuntamenti per mettersi in vetrina, abbinando delle location che sanno di storia ad eventi a carattere culturale, nelle diverse forme possibili, dalla musica alle conferenze con docenti universitari, sino al teatro, in una versione che richiama i fumetti.

Data:
23 settembre 2022

Visualizzazioni:
115

Anche nell’ultimo fine settimana di settembre il Nuraghe Diana e la Villa Romana propongono appuntamenti per mettersi in vetrina, abbinando delle location che sanno di storia ad eventi a carattere culturale, nelle diverse forme possibili, dalla musica alle conferenze con docenti universitari, sino al teatro, in una versione che richiama i fumetti.

Come sempre l’weekend al nuraghe ha inizio con le visite della struttura archeologica, curate dalla direttrice artistica Patrizia Zuncheddu. Venerdì 23 scoprire la storia e vedere le architetture messe in opera dai nostri antenati di tre millenni fa, e restare così affascinati dalla splendida vista su un vastissimo lembo di territorio sarà possibile dalle 19 alle 20.45. Poi spazio alla musica, nel caso specifico al jazz, in collaborazione con l’Associazione culturale Il Formicaio. La bellissima cornice del Nuraghe Diana per questa settimana ospita una tappa della rassegna che si tiene solitamente a Casa Olla, in centro storico. Un posto magico e ricco di energia per portare in scena i Sea Sunset Quartet, che in italiano si traduce appunto “tramonto sul mare”, quasi suggellando anche col loro nome la location scelta. La band, composta da Gianluca Cadelano ai keyboards, Paul Martini  alla chitarra, Antonio Rombi al basso e Marco Sotgiu alla batteria, suonerà un repertorio dei classici della musica fusion, intervallati da alcuni brani originali, a partire dalle 21.

Anche sabato 24 visite guidate con l’archeologa Zuncheddu, dalle 18 alle 19.30. A seguire, dalle ore 20, avrà luogo la conferenza ‘L’arrivo dell’uomo in Sardegna: una questione aperta?’, cura dal professor Carlo Lugliè, docente di Preistoria all'Università di Cagliari e Direttore del Museo dell'Ossidiana di Pau, Comune in provincia di Oristano. Il convegno sarà incentrato sulla ricerca delle più antiche comunità della preistoria della Sardegna e del Mediterraneo occidentale.

Domenica spazio al teatro, con Dante e la sua Divina Commedia. Ai piedi della struttura millenaria sarà ancora protagonista la Compagnia dei Ragazzini di Cagliari, diretta da Monica Zuncheddu; andrà in scena a dar voce ad alcuni illustri personaggi della commedia trecentesca nelle strisce umoristiche del noto fumettista Marcello Toninelli, che seguendo puntigliosamente il tracciato dell’opera originale, ma occhieggiando di continuo al nostro presente, ha realizzato la più completa, rigorosa ed esilarante parodia a fumetti del capolavoro dantesco. Marcello Toninelli, fumettista, giornalista, scrittore, è nato a Siena il 25 giugno del 1950. Ha lavorato per i più importanti editori italiani collaborando a testate come Dylan Dog, Zagor, Lancio story e il Giornalino. Con la sua particolarissima narrazione a strisce umoristiche ha realizzato le parodie della Divina Commedia, di Iliade e Odissea, Eneide, Gerusalemme Liberata e del film Guerre Stellari, oltre alle biografie di Mussolini e Berlusconi.

Negli stessi orari del sabato, le visite guidate al Nuraghe sono in programma anche domenica, mentre la Villa Romana si svela ai visitatori venerdì, dalle 9 alle 11 grazie allo snorkeling, con i partecipanti che vengono guidati nel percorso tra le rovine della storica dimora. Non è prevista la fornitura dell’attrezzatura; i visitatori dovranno quindi utilizzare la propria.

 

Incanti-venerd-23-settembre
Incanti-sabato-24-settembre
Incanti-domenica-25-settembre

Ulteriori informazioni

Aggiornamento:
23/09/2022, 12:36

Potrebbero interessarti