AL VIA 'RIPENSARE LA CITTÀ', LA RASSEGNA STUDIATA INSIEME ALLE ASSOCIAZIONI

Ripensare la città’ è il nome della rassegna culturale, al via in questi giorni a Quartu, che accompagnerà cittadini e turisti nella seconda parte dell’estate e sino all’autunno inoltrato.

Data:
19 agosto 2022

Visualizzazioni:
1150

Ripensare la città’ è il nome della rassegna culturale, al via in questi giorni a Quartu, che accompagnerà cittadini e turisti nella seconda parte dell’estate e sino all’autunno inoltrato. Grazie alle proposte delle associazioni, con il contributo e il patrocinio del Comune, per diversi mesi il centro storico e il litorale costiero diventeranno teatro quasi quotidiano di eventi, tra concerti, spettacoli e arte.

È un programma strategico con il quale l’Amministrazione intende rafforzare le capacità attrattive, culturali, turistiche ed economiche del territorio quartese, attraverso la valorizzazione dei luoghi storici e dei caratteri ambientali di pregio, puntando sempre sulla qualità dell’offerta, in linea con i criteri generali del programma, ben riassunti dal nome stesso della rassegna. Tanti gli appuntamenti già in questa settimana post-ferragosto, nelle piazze e nei centri culturali.

Venerdì 19 subito musica d’autore a Casa Olla, in via Eligio Porcu. Alle 21 spazio al Jazz, con la nuova formazione che vede Augusto Pirodda al piano, Manolo Cabras al basso e Francesco Sotgiu alla batteria. I primi due musicisti da tanti anni sono protagonisti della realtà jazzistica belga e tornano in Sardegna per presentare l’ultimo album, accompagnati per l’occasione da uno dei più noti batteristi italiani, che nella sua carriera ha suonato coi più importanti musicisti internazionali. L’evento è organizzato dall’Associazione culturale Il Formicaio, che, anche in considerazione del numero limitato di posti a sedere, consiglia la prenotazione.

Sabato 20 doppio appuntamento. Nel centro storico, e più precisamente nel chiostro dell’Ex Convento dei Cappuccini di via Brigata Sassari, andrà in scena lo spettacolo ‘L’ultima sigaretta con Gramsci’. La finalità del progetto è la diffusione, attraverso una rappresentazione teatrale, del pensiero di Antonio Gramsci, in stretta correlazione con le dinamiche esistenziali e societarie proprie del vissuto contemporaneo. A cura dell’Associazione Ludus Factory, per la regia di Matteo Loglisci, verrà messo in scena alle ore 21.30.

Sul litorale invece spazio alla musica, grazie all’Associazione Sardegna Rossoblù. Dalle 21 al Centro Servizi di via San Giovanni 5, davanti a Parco Parodi, la cittadinanza potrà ripercorrere la carriera di un’artista che più vantare tantissimi grandi successi del rock italiano degli ultimi 40 anni: Loredana Bertè. I Labertè, protagonisti della serata, sono infatti una tribute band che nasce dall’idea della voce solista Emanuela Siddy, egocentrica e anticonformista proprio come la cantante calabrese. Stessa associazione organizzatrice e stessa location martedì 23 per un altro appuntamento, dedicato agli appassionati di sport, e in particolare di calcio. Dalle 19.30 spazio al focus dedicato al Cagliari Calcio e ai suoi tifosi: sarà infatti possibile dialogare con alcune bandiere della storia rossoblù, ora non più residenti nell’Isola e collegate tramite l’web. In presenza gli altri ospiti: giornalisti, tifosi e altri ex calciatori. Al termine della videoconferenza in programma anche un rinfresco offerto dallo sponsor della serata.

Mercoledì 24 tutti in via Eligio Porcu, dove sarà inaugurata la mostra fotografica itinerante ‘Sguardo di donna’ della fotografa e poetessa Martina Marongiu, con curatore Michelangelo Sardo e direttore artistico Carlo Antonio Angioni, esposta attraverso supporto multimediale, tramite QR CODE. L’iniziativa vuole declinare gli sguardi con lo sguardo: analisi, empatia, terapia, è un gioco semplice e scaltro. Il mezzo fotografico arriva in un istante dove altrimenti ci si perde in giri di parole, va in profondità, troppo qualche volta; scava, ferisce ma anche accarezza, consola. Proposta dall’Associazione culturale Artifizio, in collaborazione con il Centro Commerciale Naturale, l’iniziativa andrà avanti nella strada dello shopping del centro città fino al 7 settembre, proprio con l’obiettivo di valorizzare il tessuto cittadino e le sue imprese commerciali, creando rete e proponendo un’offerta culturale che generi una ricaduta virtuosa per la cittadinanza tutta ma anche per i turisti e le attività economiche quartesi.

Giovedì 25 poi, nel dopocena, dalle 20.30 alle 23.30, Tutti a giocare in piazza! La cooperativa Cemea propone infatti degli itinerari di culture ludiche all'aperto, in piazza XXVIII aprile. Verranno allestite varie postazioni di gioco e tavoli sempre accessibili e disposti in modo tale da garantire l'accoglienza e la circolazione. I partecipanti saranno accompagnati nella scelta e nella scoperta del materiale ludico da operatori e operatrici esperti che spiegheranno loro i tratti caratteristici del singolo gioco, la storia, le regole e i meccanismi di funzionamento. Vista la lunga esperienza dell’associazione nello sviluppo e nella gestione di progetti e servizi di inclusione sociale rivolti a persone con disabilità, anche quest'iniziativa sarà l'occasione per favorire una partecipazione piena e reale di tutti e tutte. Lo spazio e il momento ludico sono infatti esperienza sociale, elementi da valorizzare e animare con consapevolezza grazie ai quali si creano relazioni che superano  le differenze individuali e culturali.

 

Ulteriori informazioni

Aggiornamento:
22/08/2022, 11:37

Potrebbero interessarti