COSTITUITO L'UFFICIO FONDI NAZIONALI E COMUNITARI (FNC) PRONTO A INTERCETTARE LE RISORSE DEL PNRR

Nasce a Quartu l’Ufficio Fondi Nazionali e Comunitari (FNC) che, in coordinamento con gli Assessori di riferimento e con l’attiva collaborazione dei Dirigenti e del personale da questi delegato, si occuperà di cogliere le opportunità offerte da Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza.

Data:
16 agosto 2022

Visualizzazioni:
378

Nasce a Quartu l’Ufficio Fondi Nazionali e Comunitari (FNC) che, in coordinamento con gli Assessori di riferimento e con l’attiva collaborazione dei Dirigenti e del personale da questi delegato, si occuperà di cogliere le opportunità offerte da Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza. In un momento storico così delicato e difficile occorre agire con assoluta tempestività, senza perdere l’occasione di avere risorse utili al miglioramento e al rilancio della città.

L’Unione Europea ha risposto alla crisi pandemica da COVID-19 con il Next Generation EU (NGEU), un programma finanziario che prevede investimenti e riforme per accelerare la transizione ecologica e digitale, migliorare la formazione della forza lavoro e conseguire una maggiore equità di genere, territoriale e generazionale. Il Comune di Quartu intende intercettare queste risorse costituendo un ufficio intersettoriale in grado di raccogliere al suo interno competenze di alto livello su diverse materie, che consentano la costruzione di proposte finalizzate alla partecipazione ai bandi PNRR, nell’ambito del ciclo di programmazione 2021 – 2027.

Le ‘Linee Programmatiche di Mandato del Sindaco 2020 – 2025’ prevedono appunto la creazione di un settore all’interno dell’amministrazione dedicato alla ricerca, alla progettazione e all’utilizzo di fondi extra comunali (europei, nazionali, regionali). Pertanto, tenendo fede a quel programma, con una delibera la Giunta comunale ha approvato la costituzione di un Ufficio apposito per la gestione dei Fondi Nazionali e Comunitari legati al PNRR, una vera e propria cabina di regia cui spetterà il compito di intercettare, programmare e gestire tutte le risorse provenienti dall'Europa.

L’Amministrazione ha già presentato progetto e ottenuti fondi, come ad esempio quelli destinati alla riqualificazione del polo sportivo di Sa Forada, acquisiti nelle scorse settimane, o per quelli, già assegnati da qualche mese, per la riqualificazione del Poetto. Ora si è ritenuto necessario individuare un interlocutore capace di interfacciarsi per conto dell’Ente con i referenti delle Amministrazioni centrali, nonché delle Società da queste delegate allo svolgimento delle funzioni e di soggetti privati coinvolti a vario titolo nella implementazione, nello sviluppo e nella gestione degli interventi.

L’Ufficio Fondi Nazionali e Comunitari (FNC) avrà quindi modo di relazionarsi e collaborare con i titolari delle misure, riportando, anche per il tramite di strumenti informatici, ai Dirigenti e ai RUP interessati le informazioni di loro competenza e interesse. In particolare si occuperà quindi di effettuare un costante monitoraggio dei bandi, di supportare la valutazione, programmazione e pianificazione degli interventi, di fornire ausilio alla predisposizione della documentazione necessaria alla partecipazione ai bandi stessi, nonché sostegno amministrativo e tecnico ai RUP nelle successive fasi procedimentali degli interventi approvati e finanziati e in quelle di monitoraggio e rendicontazione.

Inoltre, sempre relativamente alla gestione dei Fondi extra comunali, anche attraverso la partecipazione a corsi di formazione e seminari formativi sarà costantemente aggiornato dal punto di vista normativo e regolamentare, alla luce delle ultime modifiche e semplificazioni, ai vari aspetti del procedimento amministrativo. D’altronde si occuperà della gestione di tutte le fasi del ciclo dell’investimento realizzato con i Fondi della coesione europea e nazionale.

Sulla base delle finalità ad esso attribuite, l’Ufficio FNC sarà incardinato funzionalmente all’interno del Settore 11 (Pianificazione Urbanistica – Pianificazione Strategica – SUAPE – Fondi UE – Paesaggio– Attività Produttive – Promozione del Territorio – Turismo) ma collaborerà in maniera trasversale con tutti i settori dell’Ente coinvolti nelle attività relative agli interventi finanziati o potenzialmente finanziabili da fondi extra comunali.

L’Amministrazione è già impegnata nelle fasi propedeutiche all’avvio degli interventi per i quali è già risultata beneficiaria, per un importo superiore a 30 milioni di euro di finanziamenti, oltreché nella valutazione, progettazione e predisposizione delle istanze relative ai bandi di interesse non ancora scaduti. Non c’è tempo da perdere, anche in considerazione della perentorietà entro il quale le Amministrazioni beneficiarie di detti fondi devono necessariamente attuare e definitivamente concludere gli interventi finanziati.

Ulteriori informazioni

Aggiornamento:
16/08/2022, 13:43

Potrebbero interessarti