LE ISTITUZIONI QUARTESI INCONTRANO I GRUPPI FOLK PRESENTI PER SCIAMPITTA

Nella Sala Affreschi dell’Ex Convento dei Cappuccini si è tenuto stamattina il tradizionale incontro e lo scambio dei doni tra le istituzioni cittadine e le associazioni ospitate in città per la Sciampitta.

Data:
19 luglio 2022

Visualizzazioni:
331

Nella Sala Affreschi dell’Ex Convento dei Cappuccini si è tenuto stamattina il tradizionale incontro e lo scambio dei doni tra le istituzioni cittadine e le associazioni ospitate in città per la Sciampitta. Il Festival internazionale del Folklore, organizzato dall’Associazione ‘Città di Quarto 1928’ e patrocinato dal Comune di Quartu, è giunto quest’anno alla 37° edizione e continua a coinvolgere cittadini di tutto il mondo e di tutte le età.

Anche quest’anno diversi gruppi folk provenienti da lontano sono arrivati in città per ‘raccontare’, con le musiche, i canti e i balli, le loro tradizioni. Le rappresentanze di Serbia, Croazia e Kenya hanno incontrato stamattina il Sindaco Graziano Milia e l’Assessora alle Attività produttive Rossana Perra, alla presenza di Gianni Orrù, storico rappresentante dell’Associazione Città di Quarto 1928.

Come ormai capita da anni, con giovani e meno giovani, vi accogliamo con grande entusiasmo - ha dichiarato il Primo Cittadino -. Sciampitta è ormai una tradizione della nostra città, ed è cresciuta nel tempo, tanto da diventare una di quelle occasioni che meritano anche un sostegno regionale. Questo ci rende orgogliosi del percorso fatto e conferma quanto sia importante favorire l’incontro tra culture diverse, anche e soprattutto in un periodo storico molto particolare come quello che stiamo attraversando. La stessa guerra in Ucraina fa infatti parte della fase di grande mutamento che stiamo vivendo, che ci condurrà in un mondo diverso”.

E proprio per questo abbiamo e avremo l’esigenza di tenere e favorire i contatti tra i popoli, per continuare a conoscersi - ha proseguito il Sindaco -. Gli Stati nazionali fanno ormai fatica a tenere insieme i popoli, le comunità locali devono dare il loro contributo. In tale ottica apprezzo e per questo sottolineo la presenza in questa edizione dei gruppi croato e serbo, come avvenne anche negli anni Novanta in occasione di un torneo di basket in città. Solo le comunità locali possono fare in modo che i popoli anche nei momenti difficili possano continuare a dialogare” ha concluso Milia.

Durante la mattinata ciascuna delegazione ha consegnato alle istituzioni presenti un omaggio in ricordo della loro partecipazione al festival e della loro presenza in città, ricevendo in cambio un libro sull’arte nostrana. I gruppi folk hanno anche regalato un breve saggio delle rispettive musiche popolari, coinvolgendo tutti i presenti in un’atmosfera di allegria e fratellanza che vuole essere d’auspicio per il proseguo e il rinnovo della tradizione di Sciampitta.

 

2dda187e-60d9-43eb-a712-ffd697e4474d
IMG3388
IMG3389
IMG3392
IMG3390
IMG3402
IMG3394
IMG3406
2dda187e-60d9-43eb-a712-ffd697e4474d IMG3388 IMG3389 IMG3392 IMG3390 IMG3402 IMG3394 IMG3406

Ulteriori informazioni

Aggiornamento:
19/07/2022, 17:33

Potrebbero interessarti