QUARTU SOLIDALE: 'PO IS FEMINAS DE S'AFGHANISTAN', PER I DIRITTI DELLE DONNE

Afghanistan chiama, Quartu risponde. Sulla facciata delle principali sedi istituzionali dell’Amministrazione quartese sventolano da qualche giorno i teli blu, in segno di solidarietà verso le donne afghane al centro di una nuova emergenza umanitaria internazionale di cui è divenuto simbolo il burqa integrale di colore blu.

Data:
6 settembre 2021

Visualizzazioni:
981

Afghanistan chiama, Quartu risponde. Sulla facciata delle principali sedi istituzionali dell’Amministrazione quartese sventolano da qualche giorno i teli blu, in segno di solidarietà verso le donne afghane al centro di una nuova emergenza umanitaria internazionale di cui è divenuto simbolo il burqa integrale di colore blu.

L’amministrazione ha aderito nei giorni scorsi alla manifestazione 'Together we Stand- Po is feminas de s'Afghanistan' nata da un'iniziativa di Economy of Francesco e promossa in città dall'associazione Rinascita con la partecipazione di 21 sigle associative fra cui Aidos, Associazione Studio L&P, Donne al traguardo, Fidapa, Coordinamento 3, Associazione Link-Legami di fraternità, Arcoiris e tante altre. Sabato scorso al Poetto anche il Sindaco Graziano Milia, la Presidente del Consiglio Comunale Rita Murgioni, l’assessora Cinzia Carta e tanti consiglieri e consigliere comunali si sono uniti alla lunga catena umana formata da oltre duecento persone, fra il lido del Carabiniere e quello dell'Esercito, che usando i propri teli blu e rispettando un rigoroso distanziamento, hanno voluto lanciare un messaggio di solidarietà e di sostegno verso le donne afghane.

Quartu non può e non deve essere un microcosmo chiuso in se stesso”, ha dichiarato il Sindaco. “Rinascita è anche aprire il proprio sguardo al mondo, è l'assunzione di una consapevolezza più ampia di ciò che accade intorno a noi”.

 

Ulteriori informazioni

Aggiornamento:
06/09/2021, 13:41

Potrebbero interessarti