Lotta all'evasione fiscale, confermata anche quest'anno la premialità per la TARI

L’Amministrazione comunale rinnova la campagna volta a incentivare i comportamenti virtuosi dei contribuenti e con quasi mezzo milione di investimento rilancia la premialità per la Tassa sui rifiuti. Introdotto lo scorso anno, lo sconto sulla TARI intende mostrare vicinanza verso quei cittadini che si comportano responsabilmente nei confronti della collettività e ispirare chi invece non se ne preoccupa, gravando così ulteriormente sulle spese altrui.

Data:
6 giugno 2024

Visualizzazioni:
1216

L’Amministrazione comunale rinnova la campagna volta a incentivare i comportamenti virtuosi dei contribuenti e con quasi mezzo milione di investimento rilancia la premialità per la Tassa sui rifiuti. Introdotto lo scorso anno, lo sconto sulla TARI intende mostrare vicinanza verso quei cittadini che si comportano responsabilmente nei confronti della collettività e ispirare chi invece non se ne preoccupa, gravando così ulteriormente sulle spese altrui.

Il vigente regolamento per la Tassa sui rifiuti, aggiornato da quest’Amministrazione, dedica un articolo a esenzioni e riduzioni a favore di contribuenti che si trovino in possesso di determinati requisiti. Il comma 9 in particolare prevede che l’Amministrazione possa “promuovere forme di premialità a favore dei contribuenti virtuosi, secondo criteri stabiliti dalla Giunta comunale con propri atti di indirizzo” e che “alla spesa si fa fronte con risorse del Bilancio comunale”.

“Ripetiamo la premialità per il secondo anno consecutivo, con l’intenzione di proseguire anche negli anni a venire, compatibilmente con le risorse a disposizione, per dare impulso e continuità alla campagna che stiamo conducendo contro l’evasione fiscale” - spiega il ViceSindaco Tore Sanna -. È una politica studiata per ringraziare fattivamente i cittadini che contribuiscono in maniera consapevole al processo di raccolta e conferimento dei rifiuti, ma anche per sottolineare quanto sia importante quel contributo, perché pagare le tasse permette di soddisfare i bisogni pubblici della cittadinanza e quindi accrescere il benessere di tutta la comunità - prosegue l’esponente della Giunta Milia -. Premiare coloro che adempiono in modo spontaneo e puntuale agli obblighi della normativa, nel caso specifico la TARI, consente inoltre di spingere verso una normalizzazione dei processi anche coloro che negli anni hanno trascurato quanto sia importante pagare”.

Anche per la TARI 2024 quindi, con 475mila euro di risorse comunali ricavati dall’Avanzo di Amministrazione, arriva lo sconto sulle bollette dei virtuosi, con le premialità che saranno applicate a conguaglio al momento dell’emissione degli avvisi di pagamento TARI 2025, ad esclusione di coloro i quali, avendone i requisiti, hanno già aderito o aderiranno alla domiciliazione bancaria del pagamento.

Nello specifico, le premialità TARI 2024 interesserà sia le utenze domestiche che quelle non domestiche rispondenti ai seguenti requisiti:

  1. abbiano presentato le dichiarazioni TARI nei termini previsti dalla normativa vigente e risultino regolarmente iscritti nella banca dati da almeno tre anni (2021-2022-2023).
  2. abbiano provveduto al pagamento della TARI dovuta entro il termine di scadenza dell’ultima rata per i diversi anni di imposta come di seguito indicato:
    1. anno d’imposta 2019 pagamento entro 30/11/2019;
    2. anno d’imposta 2020 pagamento entro 31/12/2020;
    3. anno d’imposta 2021 pagamento entro 30/11/2021;
    4. anno d’imposta 2022 pagamento entro 31/12/2022;
    5. anno d’imposta 2023 pagamento entro 31/12/2023.
  3. abbiano ritirato i mastelli per la raccolta puntuale dal Gestore del Servizio di Igiene Urbana entro la data del 31/12/2023.

Le premialità saranno applicate d’ufficio mediante uno sconto sull’importo dovuto all’Ente, con ribassi più alti per i cittadini maggiormente virtuosi. La riduzione sull’importo dovuto sarà infatti del 12% se il contribuente risulta virtuoso dal 2019, in quanto iscritto da tale anno o da anni precedenti, del 9% se il virtuosismo fa data dal 2020, in quanto iscritto da tale anno, del 7% per chi è in regola a far data dal 2021, sempre in caso di iscrizione da tale anno.

Avranno diritto a un’ulteriore riduzione del 3% sull’importo dovuto coloro che hanno aderito o vogliono aderire alla domiciliazione bancaria per pagare in un’unica soluzione la TARI entro settembre 2024. Esclusivamente per loro si procederà alla rideterminazione dell’avviso di pagamento TARI 2024, con l’applicazione delle nuove tariffe approvate, e all’applicazione d’ufficio delle premialità.

Ulteriori informazioni

Aggiornamento:
06/06/2024, 16:17

Potrebbero interessarti