SECONDA GIORNATA DI LOLLAS SI CHIUDE IL PHONE VIDEO FESTIVAL E APRONO LE CASE

Archiviata la prima giornata, incentrata sulla sezione cinema con il Phone Video Festival, per l’edizione 2023 di Lollas – Case in festa si aprono domani le porte delle storiche case campidanesi, la parte più antica della manifestazione, quelle che permette di vedere e ‘studiare’ le architetture e gli spazi di socializzazione della Quartu di un tempo.

Data:
17 novembre 2023

Visualizzazioni:
463

Archiviata la prima giornata, incentrata sulla sezione cinema con il Phone Video Festival, per l’edizione 2023 di Lollas – Case in festa si aprono domani le porte delle storiche case campidanesi, la parte più antica della manifestazione, quelle che permette di vedere e ‘studiare’ le architetture e gli spazi di socializzazione della Quartu di un tempo.

Nella prima giornata di Phone Video Festival ospiti d'eccezione, l'intervista in streaming a Holger Mader a cura di Elisabetta Pilia e la proiezione di tutti i 40 cortometraggi che partecipano al contest 'Raccontare con lo smartphone'. In conclusione la proiezione del film Metropolis’, di Fritz Lang, dopo la consegna del Premio Speciale del Pubblico, andato al regista Andrea Perra per il corto 'Mezudì'.

Stasera la seconda e ultima giornata della sezione cinema, che vanta la direzione artistica di Giovanni Columbu. Il programma prevede in apertura e chiusura di serata la proiezione di due film di Jean Vigo, regista francese da molti considerato uno dei massimi maestri del cinema, nonostante la sua breve vita. Pochissimi i film diretti da questo poeta delle immagini, quasi consumatosi con la fatica della sua prorompente creatività, ma capace di lasciare ai posteri una lezione di cinema che ancora trasmette, a 100 anni di distanza, una rilevante forza trasgressiva. I film ‘A proposito di Nizza’ e ‘Zero in condotta’, usciti nel 1930, verranno trasmessi alle 18 e una seconda volta alla 21.45, con l’accompagnamento musicale di Marco Pittau alla tromba, Omar Leone al violoncello e Alessandro Loddo al basso elettrico.

Ricco il programma tra i due momenti dedicati a Jean Vigo. È infatti previsto un incontro con alcuni registi italiani e la proiezione delle loro opere: Stefano Odoardi, Matteo Incollu e Giuseppe Casu presenteranno rispettivamente ‘Senza titolo’, ‘Non finito’ e ‘La cappelleria’. Dalle opere fuori concorso si passerà poi al contest, con la premiazione del 1° e 2° posto, scelti da una giuria di esperti composta da Sergio Naitza, giornalista professionista, critico cinematografico e cineasta, David Bruni, critico e docente di Storia del cinema all’Università degli Studi di Cagliari, Giulia Camba, già vincitrice della I edizione del contest.

L’apertura delle Lollas concide con l’avvio di un’ampia scelta di laboratori e degustazioni. A partire da Sa Dom’e Farra, dove prima ancora dell’avvio del programma del PVF verrà proposta al pubblico una degustazione di vini e dolci sardi a cura della Coldiretti Cagliari. L’enogastronomia si metterà in vetrina in tutte le case campidanesi aperte: a Casa Carboni-Congiu con l’associazione Botteghe in Piazza, a Casa Pippia-Stocchino, con l’approfondimento sulla fermentazione e la possibilità di conoscere il sapore e l’aroma delle birre artigianali, a Casa Pusceddu, con il laboratorio ‘Mani in pasta’ e quello sulla stagionalità per bambini, ma anche con la possibilità di gustare vini e formaggi, sempre a cura di Coldiretti Cagliari. E alla Casa Cantina Fois si potrà imparare a fare i culurgiones, con la collaborazione del Distretto Rurale Sant’Isidoro, e la degustazione-spettacolo ‘D’amore di vino e di altre sciocchezze’, di Agnese Fois.

A proposito di cultura e spettacolo il programma prevede anche tanti altri appuntamenti da fissare in calendario. Nel ‘magazinu’ di Sa Dom’e Farra Sara Collu presenta il suo libro sui ‘Ladiri’, pienamente in tema con le lollas. Già alle 17 invece partiranno i balli della tradizione a cura del Gruppo Ballo sardo Folk e dell’Università della Terza Età di Quartu nella casa Carboni-Congiu. A casa Pippia-Stocchino due concerti: prima Mazulko e Ilpink, poi Claudia Ottavia. A casa Pusceddu ci sarà spazio per il Teatro circo Ditta Vigliacci, a cura di Circo Mano a Mano, e poi per l’esibizione musicale di Celio Mocco. E a casa Su Idanu invece ecco la mostra dedicata agli abiti tradizionali quartesi, a rappresentare tutto il percorso di vita, raccontando il vestiario popolare usato quotidianamente, fino alla sua dismissione.

E per la gioia soprattutto dei bambini, ma anche di chi avrà piacere di osservare la città da un nuovo punto di vista, basato sullo slow tourism, ecco il trenino turistico, con biglietto gratuito. Il capolinea e punto di partenza sarà davanti a Sa Dom’e Farra, con fermate in corrispondenza delle varie case aperte per l’occasione: Casa Pusceddu in via Martini 32, Casa Fois in via Garibaldi 39, Casa Carboni-Congiu in via Trieste 38, Casa Pippia-Stocchino in via Battisti 20, Casa Olla in via Eligio Porcu 29 e Casa Su Idanu in via Ignazio Perra 3. La prima corsa è in programma alle 17 e l’ultima alle 20.30.

‘Lollas – Case in festa’ è promossa dal Comune di Quartu Sant'Elena, con il sostegno dell’Assessorato del Turismo della Regione Sardegna e della Fondazione di Sardegna e in collaborazione con Coldiretti Federazione Cagliari, Distretto Rurale Sant’Isidoro e Slow Food Cagliari. Il coordinamento organizzativo è affidato all’Associazione Enti Locali per le attività culturali e di spettacolo.

Ulteriori informazioni

Aggiornamento:
18/11/2023, 09:33

Potrebbero interessarti