VELODROMO, APERTA LA GARA PER L'AFFIDAMENTO DEI LAVORI

Nuovi passi avanti per lo storico Velodromo a Quartu: dopo l’ok al progetto esecutivo ora si entra nella fase pre-operativa con l’avvio della procedura aperta e l' invio degli inviti a 5 operatori presenti sulla piattaforma Sardegna Cat.  “Dieci giorni previsti per l’espletamento della selezione, poi si procederà con l’affidamento dei lavori, la cui tempistica esecutiva è prevista in 30 settimane. L’impianto verrà rimesso a nuovo e potrà essere utilizzato sia per competizioni nazionali che internazionali, secondo la vigente normativa”, spiega l’assessore ai Lavori Pubblici Antonio Conti.

Data:
3 dicembre 2022

Visualizzazioni:
1094

Nuovi passi avanti per lo storico Velodromo a Quartu: dopo l’ok al progetto esecutivo ora si entra nella fase pre-operativa con l’avvio della procedura aperta e l' invio degli inviti a 5 operatori presenti sulla piattaforma Sardegna Cat.  “Dieci giorni previsti per l’espletamento della selezione, poi si procederà con l’affidamento dei lavori, la cui tempistica esecutiva è prevista in 30 settimane. L’impianto verrà rimesso a nuovo e potrà essere utilizzato sia per competizioni nazionali che internazionali, secondo la vigente normativa”, spiega l’assessore ai Lavori Pubblici Antonio Conti.

 

Un mese fa l’approvazione della delibera di Giunta con l’ok al progetto da 1 milione e 55 mila euro, già finanziato con fondi concessi all’interno del Patto per lo sviluppo della Città Metropolitana nell’ambito del Fondo per lo sviluppo e Coesione per il periodo 2014-20.

La svolta, dopo anni di stallo burocratico, era arrivata dopo la decisione degli uffici di procedere ad una valutazione incrementale dei costi base degli aggiornamenti nel frattempo intercorsi e registrati dal Prezziario Regionale, che ha comportato un aumento di spesa pari a 105 mila euro.

Il velodromo è parte di un’area di margine del Comune di Quartu Sant’Elena, ma è anche una delle poche strutture sportive specificamente dedicate al ciclismo all’interno dell’area più vasta, che comprende l’intera città di Cagliari. La riqualificazione di questo impianto rappresenta una doppia opportunità: da una parte restituire al comune di Quartu Sant’Elena una centralità nuova innescando un processo di riqualificazione urbana che dal centro della città si propaga verso l’esterno, attraverso opere di urbanizzazione e ri-definizione degli spazi pubblici; dall’altra vivificare aree urbane accrescendo l’offerta di strutture dedicate principalmente allo sport ma utilizzabili in particolari occasioni per eventi all’aperto.

Il Progetto prevede il recupero funzionale delle piste e il rifacimento delle tribune, con la creazione di postazioni specifiche dedicate a spettatori diversamente abili, realizzate tramite la posa in opera di una struttura metallica che andrà a poggiarsi sulle gradinate esistenti. Previsto anche il recupero degli spogliatoi e dell'infermeria, anche in questo caso con la creazione di servizi dedicati ad utenti disabili. Previsto anche il rifacimento dei bagni e della tribuna stampa, nonchè il potenziamento degli impianti elettrici parzialmente compromessi.

La realizzazione dell’intervento di “Ripristino della funzionalità del Velodromo di Quartu Sant’Elena era stata originariamente finanziata con 950 mila euro stanziati all’interno del Patto per lo sviluppo della Città Metropolitana e recepita all’interno del quadro di Bilancio comunale con determinazione dirigenziale n.  1068 del 29.12.2017. Nel 2020, in seguito all’approvazione del documento Preliminare alla Progettazione l'attivazione di una procedura negoziata ha consentito l'assegnazione alla R.T.P. Fadda/Cugudda/Cara/Costa il servizio di progettazione, direzione lavori, coordinamento per la sicurezza, pratica prevenzione incendi e verifica di vulnerabilità sismica per il rifacimento del vecchio Velodromo, comprendente anche tutti gli edifici connessi all'interno dell'area.

In data 3 agosto 2022, conseguentemente ad apposita richiesta formulata dal Settore Opere Pubbliche, le risorse originariamente finanziate sono state incrementate sulla base del riscontro aggiornato del Prezziario Regionale con un aumento di spesa di 105 mila euro, reperito dall’avanzo libero di Bilancio-conto capitale. Si è così arrivati alla consegna del progetto esecutivo e alla sua contestuale approvazione in sede di Giunta.

Ulteriori informazioni

Aggiornamento:
03/12/2022, 10:54

Potrebbero interessarti