A QUARTU È TUTTO PRONTO PER LA SECONDA EDIZIONE DI 'LA LUNA SOTTO CASA'

Concerti, spettacoli, degustazioni, approfondimenti. Quartu è pronta per un’estate densa di eventi per ogni gusto e per ogni età, con la seconda edizione di ‘La luna sotto casa’, organizzata dal Comune in collaborazione con l’Associazione Enti Locali per le attività culturali e di spettacolo e presentata stamattina nella Sala Affreschi dell’Ex Convento dei Cappuccini.

Data:
4 luglio 2022

Visualizzazioni:
1252

Concerti, spettacoli, degustazioni, approfondimenti. Quartu è pronta per un’estate densa di eventi per ogni gusto e per ogni età, con la seconda edizione di ‘La luna sotto casa’, organizzata dal Comune in collaborazione con l’Associazione Enti Locali per le attività culturali e di spettacolo e presentata stamattina nella Sala Affreschi dell’Ex Convento dei Cappuccini. Dal prologo del 3 luglio al gran finale del 15 agosto: un mese e mezzo per divertirsi, trovare nuovi momenti di socialità e abbracciare la cultura sotto diversi aspetti.

Il successo della prima edizione, che aveva segnato un primo momento di ripartenza nel post-pandemia, ha confermato la voglia di spettacolo dei quartesi. La cultura, nelle sue diverse forme, concorre alla formazione intellettuale e morale dei componenti la società e funge da motore trainante per il rafforzamento delle capacità turistiche e quindi anche economiche della città. Una crescita che si concretizza a partire da un’adeguata valorizzazione dei luoghi storici e delle eccellenze paesaggistico-ambientali che di certo a Quartu non mancano.

‘La luna sotto casa’ vuole essere quindi anche un impulso, uno stimolo per il rilancio dell’economia in città e per uno sviluppo consapevole e responsabile del territorio. Tutto pronto quindi per la seconda edizione, promossa dall’Amministrazione comunale quartese con il sostegno della Fondazione di Sardegna e con il coordinamento organizzativo dell’Associazione Enti Locali per le attività culturali e di spettacolo.

Dalla lirica al rap, dal rhythm and blues al folk, la rassegna porta in scena ritmi e generi diversi, tutti uniti dal filo conduttore della qualità. In cartellone spiccano nomi come Fanfara Station, già vincitori del Premio Parodi nel 2019 e capaci di miscelare sapientemente un’orchestra di fiati, l’elettronica e i canti del Maghreb, e Sherrita Duran, che con una donna alla voce riprendono i grandi successi del rock femminile. E poi Mario Incudine, straordinario interprete della musica siciliana, Gavino Murgia Trio, che partendo dal jazz è capace di raggiungere sonorità di tutto il mondo, Azadi, che mescola l’armonia delle note all’emozione della poesia.

Sei le location in cartellone per l’estate 2022, scelte per coinvolgere tutta la cittadinanza, nella città compatta e nel litorale, ma destinate a intrigare anche i tanti turisti che hanno programmato la loro vacanza nell’area vasta di Cagliari. La piazza 28 Aprile resta la più gettonata per gli appuntamenti di maggior richiamo, mentre piazza Santa Maria sarà animata dai concerti più movimentati. All’ex Caserma di via Roma spazio invece agli eventi di nicchia, mentre il Parco Parodi sarà più orientato sugli spettacoli, in particolare dedicati ai bambini.

E poi ecco i due luoghi di cultura per eccellenza della Quartu contemporanea: Sa Dom’e Farra, con un’unica data, il 15 luglio, che ospiterà l’evento della Fondazione Maria Carta ‘Freemmos’, tra docufilm, approfondimenti e musica d’eccellenza; l’ex Convento dei Cappuccini, con due settimane di degustazioni promosse dall’Associazione Welcome Wine Sardinia, una dedicata al vino e una alla birra.

A completare il programma ecco ‘Musica sulle ruote’, la rassegna itinerante studiata in collaborazione con Ape Calessino Cagliari Touring. Dieci serate, ben ripartite tra luglio e agosto, per animare la città portando gli artisti nei punti strategici della città, nel rispetto degli itinerari messi a punto per abbracciare quartieri e luoghi dello shopping. Un’importante azione di marketing territoriale nell’ottica di una città viva e fruibile.

Ma la programmazione quartese non si fermerà ad agosto. Sono infatti aperti i bandi per selezionare le proposte delle associazioni, per l’animazione nel litorale, al Nuraghe Diana e alla Villa Romana, e per un ciclo di eventi a Sa dom’e Farra. Saranno un’estate e un autunno caldi per Quartu, con la musica e la cultura assoluti protagonisti.

L’amministrazione comunale di Quartu punta ancora una volta sulla cultura e sull’intrattenimento di qualità per favorire il rilancio della città e creare una partecipazione sempre più ampia dei visitatori e del pubblico locale – ha esordito l’Assessora alle Attività Produttive Rossana Perra -. Quest’anno il bouquet di proposte si presenta ancora più ricco e variegato: la seconda edizione di “La Luna Sotto Casa” pone infatti particolarmente attenzione al coinvolgimento di settori nevralgici della nostra realtà quali turismo, commercio e agroalimentare. Siamo infatti fermamente convinti che la cultura sia uno straordinario attrattore di energie e di risorse, in grado di innescare processi virtuosi con ricadute concrete per tutta la comunità, dal centro storico al litorale. Per questo, oltre al programma istituzionale che presentiamo oggi insieme ad Assoentilocali - ha proseguito l’esponente della Giunta Milia -, abbiamo lanciato due bandi: uno relativo alla valorizzazione del Nuraghe Diana e della Villa Romana sul litorale, l’altro per le associazioni culturali e di spettacolo, in scadenza il 16 luglio, che intendano presentare le loro proposte per l’estate quartese 2022; una terza manifestazione di interesse, per la valorizzazione di Sa dom’e farra, sarà aperta a breve. Altro elemento che mi piace sottolineare è la multiculturalità e l’apertura ai popoli del Mediterraneo presente dell’edizione 2022 de La Luna sotto Casa: una luna benefica che ci accomuna tutti sotto lo stesso cielo e che ci aiuta a non perdere il filo del dialogo in questi tempi tanto difficili”.

La cultura è per tutti ed è bello abbracciarla sin da bambini – ha esordito l’Assessora alla Pubblica Istruzione Cinzia Carta -. Ecco perché la volontà dell’Amministrazione è stata quella di inserire nel calendario di La luna sotto casa anche degli eventi dedicati ai più piccoli. Un contributo non banale affinché possano approcciarsi a questo mondo da giovani, per scoprirlo e farsi subito coinvolgere”.

Mi piace sottolineare che il Parco Parodi, con ben 5 appuntamenti, è una delle location più presente in rassegna, uno spazio accogliente e rapidamente raggiungibile che permetterà di coinvolgere in questi momenti culturali i cittadini di Flumini e i tanti turisti a Quartu per le loro vacanze - ha aggiunto l’Assessora ai Territori Extraurbani Tiziana Cogoni -. Non solo, questi momenti di socialità si rinnoveranno anche dopo la fine della rassegna ‘La Luna sotto casa’. Nel bando ‘Quartu, Estate 2022 – Ripensare La e Le città’ il 20% di ogni proposta dovrà svolgersi sul nostro litorale”.

La Presidente della Commissione Cultura Ketty Giua ha invece sottolineato la capacità dell’Amministrazione “di guardare avanti, dopo anni difficili, dovuti anche alla pandemia, e la vocazione della città ad accogliere. Ecco perché condivido l’idea di valorizzare i nostri luoghi della cultura, mettendoli sotto i riflettori affinché possano essere vissuti dai quartesi e scoperti dai turisti”.

Sulla stessa linea d’onda la vicepresidente della V CCP Laura Perra, che nel sottolineare “il reciproco rispetto e la fattiva collaborazione nella commissione” ha anche confermato di “condividere la necessità di proporre un ricco ed eterogeneo cartellone di spettacoli come questo, dove noto un importante contributo, una notevole presenza di artiste donne”. Una constatazione mai così puntuale, anche in considerazione del tavolo della conferenza, composto esclusivamente dal genere femminile.

Già nella prima edizione siamo riusciti a fidelizzare un bel numero di persone, a testimonianza della qualità dell’offerta presentata - ha aggiunto la direttrice artistica della rassegna Anna Maria Loddo -. Per l’edizione 2022 vorremmo non solo rinnovare questo risultato ma anche migliorare ulteriormente le presenze. Il cartellone non prevede eventi da grandi numeri, anche perché allo stato attuale Quartu non ha spazi che permettano quel tipo di manifestazioni, ma abbiamo studiato un progetto che utilizzando le piazze e i luoghi della cultura più rappresentativi della città possa coinvolgere persone di diversa età e di gusti differenti”.

ESTATE-A-QUARTU20221080x1920
ESTATE-A-QUARTU20221080x19202
ESTATE-A-QUARTU20221080x19203

Ulteriori informazioni

Aggiornamento:
04/07/2022, 18:02

Potrebbero interessarti