'ESTATE A QUARTU', NELLA PRIMA SETTIMANA UN PIENO DI EVENTI E PARTECIPAZIONE

Si è chiusa con un pieno appuntamenti, incontri e partecipazione la prima settimana di 'Estate a Quartu - La luna sotto le stelle' rassegna di eventi ufficiale del Comune di Quartu Sant’Elena che propone un ricco calendario di concerti, film, spettacoli ed esposizioni da luglio a settembre 2021.

Data:
30 luglio 2021

Visualizzazioni:
351

Si è chiusa con un pieno appuntamenti, incontri e partecipazione la prima settimana di 'Estate a Quartu - La luna sotto le stelle' rassegna di eventi ufficiale del Comune di Quartu Sant’Elena che propone un ricco calendario di concerti, film, spettacoli ed esposizioni da luglio a settembre 2021.

La rassegna, realizzata in collaborazione l’Associazione Enti Locali per lo Spettacolo, si è aperta il 22 luglio con la pellicola “L’Uomo che Comprò la luna,” prima di un ciclo di proiezioni dedicate al cinema sardo d’autore, in programma ogni giovedì nella suggestiva cornice di Casa Olla a partire dalle 21,30. Il prossimo appuntamento sarà giovedì 29 con il film “L’Agnello” di Mario Piredda.

 

Tanti anche gli appuntamenti musicali con i concerti in piazza, inaugurati venerdì 23 luglio dalla formazione “Il Klan” in Piazza XXVIII Aprile per l’occasione trasformata insieme all’attigua via Eligio Porcu una grande isola pedonale all’aperto. La formula sarà replicata il 31 luglio in occasione dello spettacolo del “Mocambo Quintet”, con la chiusura della via Porcu e delle zone limitrofe al Palazzo comunale dalle ore 20.00 alle 24.00. Oltre agli spettacoli, tanti anche i momenti di aggregazione sotto il segno dello Sport, con “Summer Sport 2021”, una manifestazione multidisciplinare itinerante in grado di animare gli spazi del centro città con esibizioni e tornei a cielo aperto, fra cui il “Ferrini Streetball Cup”, giunto quest’anno alla seconda edizione. Ideato con l’intento di caratterizzare ulteriormente la ripresa del tessuto sportivo e commerciale cittadino nell’ambito dell’Estate quartese, il Summer Sport – in programma dal 23 al 25 luglio- si è svolto precauzionalmente negli spazi della Ferrini Basket in via Pessina per garantire la massima sicurezza e prevenire il rischio di assembramenti in ossequio alle regole anti-Covid, alla luce della diffusione della variante delta, pur circoscritta nei parametri ministeriali della zona bianca. “Un piano B già previsto e concordato con l’Amministrazione” ha spiegato l’organizzatore Alberto Zoncheddu, “che non ha comunque intaccato la natura originaria del Summer Sport, aperto al pubblico con un rigoroso controllo degli ingressi, e che anche se in un luogo delimitato ha visto la partecipazione di tutte le società sportive già inserite in programma”. Non solo: “Tutti gli atleti partecipanti erano muniti di green pass o regolare tampone; inoltre è stato fatto un piccolo screening di circa 65 giovani visitatori fra i 15 e i 22 anni tutti risultati negativi”. 

La prima settimana dell’Estate a Quartu ha visto anche l’inaugurazione degli splendidi spazi dell’ex Caserma in Via Roma, attuale sede dell’assessorato ai Lavori Pubblici: nell’ampio cortile interno si sono esibiti Silvia Belfiore ed Andrea Morelli, con una raffinata digressione per pianoforte e fiati da Erik Satie a Duke Ellington. Prossimo appuntamento all’ex Caserma l’8 agosto con “Lady of Jazz”, proposto dalla Compagnia Palazzo d’Inverno. Infine, sabato 24 è stata inaugurata all’ex Convento dei Cappuccini la mostra fotografica “Donne della Resistenza. Madri della Costituzione. Itinerari di Democrazia”: curata da Luisa Sassu e visitabile fino al 22 agosto, la mostra  descrive, con l’uso integrato di immagini e di brani scritti, le tappe fondamentali del percorso di evoluzione democratica nel nostro paese: dalla resistenza al voto alle donne, fino alla stesura della Carta Costituzionale, che ha rappresentato l’avvio di una produzione legislativa orientata al consolidamento dei diritti civili, politici e sociali in Italia.

Gli “itinerari di democrazia” sono contrassegnati in ogni momento dalla presenza e dal ruolo delle donne, spesso sottovalutato dalla storiografia ufficiale ma non per questo meno importante. Durante l’inaugurazione, la curatrice Luisa Sassu ha illustrato in un itinerario guidato i 17 pannelli esposti all’interno del Chiostro, accompagnando i visitatori nel viaggio storico alla riscoperta delle “Madri Costituenti”. Fra le immagini della Mostra, sono presenti gli inediti ritratti di Teresa Noce, Maria Agamben Federici e Angela Maria Guidi Cingolani tratti dalla Collezione Clemente Severino e custoditi presso l’Archivio Centrale dello Stato.

Importante: a seguito delle nuove disposizioni anti-Covid predisposte dal Governo nazionale, dal 6 agosto 2021 l'accesso agli spettacoli, anche all'aperto, sarà consentito esclusivamente agli spettatori in possesso di Green Pass. 

Ulteriori informazioni

Aggiornamento:
14/08/2021, 09:30

Potrebbero interessarti