TERRITORIO, VIA LIBERA AI LAVORI PER LA MESSA IN SICUREZZA DEL RIO FOXI

Un milione e 600 mila euro per sistemare il Rio Foxi. La Giunta Comunale di Quartu Sant’Elena ha approvato il progetto di fattibilità relativa all’intervento di sistemazione idraulica del Rio Foxi a protezione dell’abitato, che comprende oltre al quadro economico anche lo studio di prefattibilità ambientale e il piano di intervento relativo alle opere di mitigazione idraulica a monte e sistemazione degli argini del fiume.

Data:
6 aprile 2023

Visualizzazioni:
1013

Un milione e 600 mila euro per sistemare il Rio Foxi. La Giunta Comunale di Quartu Sant’Elena ha approvato il progetto di fattibilità relativa all’intervento di sistemazione idraulica del Rio Foxi a protezione dell’abitato, che comprende oltre al quadro economico anche lo studio di prefattibilità ambientale e il piano di intervento relativo alle opere di mitigazione idraulica a monte e sistemazione degli argini del fiume.

 

Il progetto generale di fattibilità tecnica ed economica prevede interventi di:

- pulizia dalla vegetazione infestante ed ostruente e potatura di arbusti e alberi che costituiscono ostacoli al regolare deflusso delle acque;
- demolizione del rivestimento in calcestruzzo esistente e riprofilatura dell’alveo;
- ripristino delle sezioni idrauliche, riprofilatura dell’alveo e approfondimento delle livellette attuali;
- difese spondali con scogliera in massi ciclopici listati a vista;
- demolizione e ricostruzione del ponte sulla SP 17;
- adeguamento dell’opera di deviazione esistente al fine di convogliare la portata di progetto dal Rio Foxi al Lago Simbirizzi;
-adeguamento delle sezioni del canale di derivazione esistente verso il lago Simbirizzi finalizzata al trasporto della portata dal Rio Foxi allo stesso Simbirizzi.

Per l’attuazione degli obiettivi prefissati sono stati stanziati a partire dai primi anni 2000 diversi finanziamenti Regionali il cui ammontare ad oggi risulta pari a € 4.300.000,00: il progetto approvato in Giunta riguarda le  opere da realizzarsi con un primo stralcio funzionale, con copertura finanziaria pari a € 1.600.000 denominato “Sistemazione idraulica Rio Foxi a protezione dell'abitato – I stralcio funzionale”. I lavori del primo stralcio saranno ubicati tra la foce del Rio Foxi e il ponte sulla SP 17.

Attestata la complessità generate da un contesto ormai fortemente urbanizzato e della conseguente difficoltà ad un allargamento delle sezioni idrauliche, gli interventi futuri dovranno mantenere come obiettivo principale la riduzione delle piene in arrivo da monte, in modo da far transitare verso valle solo quelle portate effettivamente smaltibili dal corso d'acqua. Oggetto della successiva programmazione saranno quindi i seguenti capitoli:

Realizzazione di casse di espansione a monte delle aree da salvaguardare, interventi di sistemazione delle sezioni di valle, adeguamento degli attraversamenti viari esistenti. Una “cassa di espansione naturale” è rappresentata dallo Stagno di Simbirizzi: allo stato attuale esiste un’opera di deviazione lungo il corso del Rio Foxi che convoglia, attraverso Progetto di fattibilità tecnica ed economica Studio di prefattibilità ambientale Lavori di “Sistemazione idraulica del Rio Foxi a protezione dell’abitato – I stralcio funzionale” un canale esistente, una modesta quota parte della portata di deflusso in arrivo dalla parte montana del bacino imbrifero del Rio Foxi.

L’adeguamento dell’opera di deviazione e delle sezioni del canale di collegamento, accompagnato da interventi di adeguamento delle sezioni di valle e dalla demolizione e ricostruzione del ponte sulla SP 17, consentirà di ovviare all’inadeguatezza delle sezioni attuali migliorando le condizioni di deflusso.

Si otterrà così la limitazione dei danni che gli eventi di piena possono provocare alle infrastrutture di nuova realizzazione e, al contempo, si proteggeranno gli abitanti della zona, tenendo sempre in considerazione le caratteristiche ambientali dell'area, specialmente dal punto di vista della compatibilità naturalistica e paesaggistica.

Ulteriori informazioni

Aggiornamento:
06/04/2023, 12:40

Potrebbero interessarti